News

Nuovo sistema di analisi dell’occlusione

06-10-2016

Un’occlusione dentale scorretta può influenzare negativamente la masticazione, la deglutizione e la postura, dando origine a tensioni muscolari, male di testa, dolori cervicali, problemi articolari.
Nel nostro studio é ora disponibile UN NUOVO SISTEMA DI RILEVAZIONE DIGITALE DELL’OCCLUSIONE dei pazienti: in pochi minuti, in modo indolore , mediante l’applicazione di quattro sonde applicate sul viso in corrispondenza dei muscoli masticatori.
Esse invieranno in modalità wireless al computer i dati rilevati, che verranno elaboratI.
Lo specialista sarà in grado così di decidere il piano terapeutico individualizzato per il paziente, avendo a disposizione informazioni importanti, non reperibili con nessun altro sistema.
L’apparecchiatura é frutto di 20 anni di studi eseguiti da medici e bioingegneri, i protocolli di valutazione sono affidabili e riconosciuti .
L’esame può essere eseguito da tutti, anche pazienti portatori di pace maker o in stato di gravidanza.

Conoscete l’helicobacter pilori?

24-02-2016

Si stima che l’infezione da H. pylori interessi circa la metà della popolazione mondiale e questa è la principale causa di gastrite cronica ed ulcera peptica.
L’eradicazione dell’infezione accelera la guarigione dell’ulcera e previene le recidive, riducendo anche l’incidenza delle patologie correlate. Numerosi studi hanno fornito prove del fatto che il cavo orale possa essere un potenziale reservoir per questo batterio.
È stato eseguito uno studio su 691 pazienti, ed é stato dimostrato che la terapia parodontale combinata con quella eradicante ha portato ad un incremento del tasso di eradicazione dell’H. pylori rispetto alla sola terapia eradicante e, inoltre, la terapia parodontale contribuisce anche all’eradicazione gastrica a lungo termine del batterio.

Nel complesso, dunque, la terapia parodontale potrebbe incrementare l’efficienza dei trattamenti per l’eliminazione dell’H. pylori ma alla luce della limitata quantità e qualità degli studi considerati, sarebbe necessario condurre studi più approfonditi in merito (Cochrane Database Syst Rev. 2016; 2: CD009477)

Nel nostro studio una grande novità: DERMICA PEN.

09-02-2015

Un apparecchio con finalità estetiche, che rivoluziona lo skin needling, per il viso ma anche per il corpo.
Si avvale di una testina monouso ad aghi sottilissimi, che lavorano sulla pelle stimolando la produzione di nuovo collagene ed elastina,e permettendo la veicolazione fino al derma di principi attivi ( quale acido ialuronico e altri) in fiale sterili.
Ideale per il trattamento dell’ACNE,delle CICATRICI, la riduzione delle RUGHE e il ringiovanimento in toto dell’aspetto della cute.
Metodo sicuro ed efficace, simula i trattamenti con laser e peeling chimici, senza effetti collaterali.
Al termine del ciclo di trattamenti i risultati sono già evidenti, ma la produzione di collagene e il rimodellamento dei tessuti avviene in modo ancora più evidente nei 6-8 mesi successivi.
L’effetto é strabiliante!

CURARE IL PROPRIO SORRISO: CIOCCOLATO E FORMAGGIO

14-05-2014

Non sempre i cibi 201Cgustosi201D, quindi ricchi di zuccheri, sono nemici dei denti.
A stilare un elenco dei cibi salva-sorriso sono stati gli esperti riuniti in occasione del XXI Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari di Odontoiatria.
Sì ai mirtilli, che contengono sostanze antibatteriche in grado di tagliare il rischio carie del 45%, e allo yogurt, che riduce il pericolo di oltre il 20%. Ma nella dieta amica dei denti non dovrebbero mancare anche i funghi, cicoria e verdure crude, da mangiare spesso perché sono un ottimo spazzolino da denti naturale, aiutando a eliminare residui di cibo. Promossi come 201Ccibo funzionale201D anche i chewing-gum allo xilitolo, perché le ricerche hanno mostrato come questo particolare tipo di zucchero sia in grado di ridurre la proliferazione dei batteri ed anche il cioccolato, caffè vino e formaggio che aiutano i denti a non essere attaccati da placca e carie.
Alimenti decisamente no invece tutti quelli che tendo a portare il pH della bocca in acido indebolendo lo smalto e rendendo i denti fragili favorendo l2019attacco dei batteri. Quindi da evitare le bevande gasate, succhi di frutta, la birra, il vino bianco o perfino le mele: cibi tendenzialmente acidificanti ma che tuttavia non devono per forza essere banditi del tutto, perché conta non solo ciò che si mangia ma anche come lo si consuma. L2019acidità di questi alimenti infatti può essere efficacemente tamponata accompagnandoli con un po2019 di formaggio, ricco di calcio e grassi che proteggono lo smalto.
Uno studio italiano discusso durante il congresso ha dimostrato che i fermenti lattici riducono la proliferazione dello Streptococcus mutans, il batterio che causa la carie dentale.
201CIl nostro studio ha dimostrato che l2019aggiunta di fermenti lattici a latti artificiali per neonati può diminuire la proliferazione dello Streptococcus Mutans contribuendo a ridurre la probabilità di carie una protezione in più importante per i bimbi non allattati al seno201D, hanno spiegato i ricercatori ricordando come la salute orale si costruisce fin da piccolissimi, attraverso sane abitudini alimentari.
Ultimo consiglio dei dentisti ANDI in tema di alimentazione è forse il più banale ma efficace: dopo ogni pasto (colazione, pranzo, cena) lavarsi accuratamente i denti almeno spazzolandoli per almeno un minuto ad arcata.

Seguici su FB

06-05-2014

Visita la nostra pagina facebook Studio Dentistico Oleggini, metti “mi piace” e seguici per essere sempre aggiornato !!! https://www.facebook.com/pages/Studio-Dentistico-Oleggini/243692429135672?fref=ts

PARLIAMO DI DENTIFRICI.

23-04-2014

PARLIAMO DI DENTIFRICI.

In realtà la maggior parte dei pazienti non presta molta attenzione al prodotto che acquista, magari sceglie quello che costa meno.

E non è sbagliato perché, in assenza di problemi particolari, per cui è indicato un dentifricio specifico su indicazione del dentista, i denti si potrebbero lavare anche SENZA DENTIFRICIO!

È importante però non acquistare dentifrici che facciano danni!

Facciamo degli esempi:

DENTIFRICI AL FLUORO per i bambini hanno poco senso. Il fluoro contenuto nel dentifricio non ha alcun effetto sui denti presenti in arcata; per la terapia a base di fluoro nei piccoli è quindi consigliata la somministrazione orale, in confetti da sciogliere in bocca in dosaggio preciso e controllato a seconda dell’età. È importante non scendere sotto il dosaggio preescritto ma anche non eccedere nella quantità di fluoro assunto. Quindi se la terapia è eseguita in compresse il fluoro contenuto nel dentifricio potrebbe, se ingerito, portare ad un dosaggio eccessivo. Se il bambino non esegue alcuna terapia in compresse la quantità ingerita col dentifricio è quasi sicuramente inutile, e comunque difficilmente quantificabile e regolabile.

Per riassumere è molto meglio somministrare una quantità controllata di fluoro per via orale, che rinforzerà lo smalto dei denti in formazione del bambino, e scegliere un dentifricio per infanzia senza fluoro!

DENTIFRICI SBIANCANTI: sono addirittura sconsigliati in quanto spesso contengono sostanze leggermente abrasive che, aggredendo lo smalto , lo rendono maggiormente poroso provocando successivamente una maggior adesione di pigmenti da cibo, fumo o caffeina sulla superficie dentale!

Quindi come fare a sbiancare i denti? Ne parleremo la prossima volta………

Ulteriore privilegio….

02-04-2014

Con una spesa di 2.000 euro vi regaliamo uno spazzolino elettrico

Privilegio per voi…

02-04-2014

Con una spesa di 1.000 euro vi regaliamo una seduta di igiene orale

Igiene orale gratuita per tutti i pazienti-sposi

10-03-2014

A tutti i nostri fedeli pazienti: se siete in procinto di sposarvi il nostro regalo di nozze è…l’ablazione del tartaro gratuita! :)

Sfatiamo un un opinione diffusa tra i pazienti

03-03-2014

Se le gengive sanguinano spazzolando i denti o spontaneamente i pazienti per prima cosa smettono di spazzolare. PERCHÉ?

Si impressionano alla vista del sangue e sentono un po’ di dolore.

Vi darò una notizia in anteprima: SE LE GENGIVE SANGUINANO È PERCHÉ SONO INFIAMMATE, CONGESTE, PERCHÉ NEI GIORNI PRECEDENTI NON SONO STATE DETERSE A DOVERE……quindi ne deriva che VANNO SPAZZOLATE MASSAGGIATE E ,ANCHE SE SCONVOLGENTE,FATTE SANGUINARE, finche grazie a queste manovre l’infiammazione passerà. Anche l’ausilio di collutori medicati può essere molto utile. Ma lo spazzo lamento è la panacea di tutti i problemi gengivali, unito all’uso del filo interdentale e dello scovolino.

Solo nel caso dovesse persistere il disturbo rivolgersi al dentista.

Ancora troppi pazienti si presentano in studio per problemi risolvibili con un igiene adeguata….pensate quanto tempo e denaro risparmiato!

CAPITO?

Lo Studio Dentistico Oleggini

09-01-2014

vanta uno staff medico altamente competente e professionale.Contattaci per prendere un appuntamento 0331638241.